STEPHEN HAWKING - Remember to look up at the stars and not down at your feet.

Pubblicato il 17 Marzo 2018 - Lettura in 2 min.

IMG_0983.JPG

Non solo è stato un fisico dalla mente visionaria, divulgatore scientifico, guru della cosmologia moderna, autore di importanti ricerche sui buchi neri e sulla gravità quantistica, Stephen Hawking era anche un uomo ironico che ci ha insegnato prima di tutto a non porre limiti alla conoscenza, ad avere il coraggio di pensare in grande. Le sue ricerche sui buchi neri hanno permesso di confermare la teoria del Big Bang, l’esplosione dalla quale è nato l’universo. Il suo grande sogno era quello di fondere le due grandi teorie della fisica contemporanea: la teoria della relatività di Einstein e la meccanica quantistica.

Grazie al suo lavoro oggi guarderemo il cielo con una nuova prospettiva ricordando sempre le sue preziose parole: “Ricordatevi di guardare in alto verso le stelle e non in basso verso i vostri piedi. Cercate di dare un senso a ciò che vedete e chiedetevi cosa abbia reso possibile l’Universo. Siate curiosi. E per quanto la vita possa sembrare difficile, c’è sempre qualcosa che si può fare per avere successo. L’importante è semplicemente non arrendersi.”

Theresa May, primo ministro britannico, ricorda con questa parole il celebre astrofisico di Cambridge, gloria dell’accademia del Regno Unito, scomparso a 76 anni il 14 marzo 2018.

“Il professor Stephen Hawking è stata una mente brillante e straordinaria, uno dei grandi scienziati della sua generazione. Il suo coraggio, il suo senso dell’umorismo e la determinazione di ottenere il massimo dalla vita sono stati un’ispirazione. La sua eredità non sarà dimenticata.”

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato