RITA LEVI MONTALCINI - "RIFIUTATE DI ACCETTARE UNA CARRIERA SOLO PERCHE' VI ASSICURA UNA PENSIONE. LA MIGLIORE PENSIONE E' IL POSSESSO DI UN CERVELLO IN PIENA ATTIVITA' CHE VI PERMETTA DI CONTINUARE A PENSARE 'USQUE AD FINEM', 'FINO ALLA FINE'"

Pubblicato il 3 Settembre 2017 - Lettura in 1 min.

20229148_1392077000846589_7716224924229195236_n.jpg

Rita Levi Montalcini è stata una delle più grande scienziata italiane del XX secolo: è l’unica donna italiana ad essere stata insignita del Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1986 ed è stata la prima donna a essere ammessa all’Accademia Pontificia. Si è dedicata per tutta la sua vita allo studio dello sviluppo del sistema nervoso, che ha perfezionato negli Stati Uniti dove ha vissuto per trent’anni, portando alla scoperta dell’ NGF (nerve growth factor), una proteina prodotta dalle cellule nervose di cui dirige il differenziamento e lo sviluppo. Innumerevoli i suoi riconoscimenti nazionali e internazionali, ai quali vanno sommate oltre venti lauree honoris causa: membro delle più prestigiose accademie scientifiche mondiali, tra le quali la Royal Society britannica e la National Academy of Sciences americana. Dal 2001 è stata senatrice a vita in Italia.

Anche molto anziana continuò la sua opera instancabile a favore della ricerca, per le pari opportunità e per la diffusione della cultura intesa come base per costruire una società migliore. Disse in un’intervista a Wired in occasione dei suoi 100 anni…

«Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente»

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato