M.HACK - "Tutta la materia di cui siamo fatti noi l'hanno costruita le stelle... R.L.MONTALCINI - ...meglio aggiungere vita ai giorni che giorni alla vita"

Pubblicato il 6 Gennaio 2018 - Lettura in 2 min.

IMG_4219.JPG

Qualche giorno fa guardando sul profilo instagram di una talentuosissima illustratrice virgola, sono rimasta folgorata da uno dei suoi ultimi lavori che vede raffigurate due donne nonché ricercatrici italianissime, Margherita Hack e Rita Levi Montalcini, affascinata anche lei come me dal pensiero che “le menti più brillanti dell’ultimo secolo siano donne, ricercatrici  e soprattutto italiane e abbiano studiato in piccolo e in grande la stessa cosa: la materia dell’uomo e del cielo, che poi è la stessa cosa…” come lei stesso ha scritto nel suo post.

Rita Levi Montalcini: un medico, una ricercatrice, una studiosa, una donna che ha dato la sua vita per la medicina, la scienza e la ricerca. Lunghi anni di studio, lavoro e ricerche, un Premio Nobel per la Medicina nel 1987.

Margherita Hack: fiorentina di nascita, triestina d’adozione, una laurea presa nel 1945 alla giovanissima età di 23 anni in fisica, un’esistenza interamente dedicata allo studio delle stelle e ai tanti misteri che questo mondo presenta.

Rita e Margherita, due donne dal carattere forte, determinate, con le idee ben chiare, le uniche due donne italiane ad aver rotto con molto anticipo i vecchi, rigidi schemi di un tempo senza dover passare per le lotte di piazza che hanno visto come protagoniste molte altre donne durante i tormentati anni 70’. Lo studio e la ricerca vantano al giorno d’oggi un sostanzioso numero di donne brillanti e preparate, costrette però ad andare via dal nostro paese per sbarcare il lunario. La loro esperienza un prezioso esempio, un chiaro messaggio alle giovani promesse:

“Nessuna donna è inferiore, chiunque può puntare in alto e andare lontano”.

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato