IPPOCRATE - "Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza"

Pubblicato il 23 Settembre 2017 - Lettura in 1 min.

IMG_3037.JPG

Medico stimato, Ippocrate di Kos è considerato “il padre della medicina” cui è attribuito il famoso “Giuramento di Ippocrate” che i medici sono obbligati a fare a tutt’oggi prima di iniziare la professione.

Aprì una vera e propria scuola medica che rimase a modello per le successive università di medicina. Egli affrancò la medicina dalla speculazione religiosa e dalla superstizione, basando la pratica medica sullo studio del corpo umano. Ritenendo che ogni malattia avesse una spiegazione razionale, riconobbe l’importanza dell’ambiente sulla comparsa e sull’evoluzione delle malattie. Per primo descrisse con precisione i sintomi di alcune affezioni e fu sostenitore di rimedi semplici, quali il sonno, il riposo ed una buona alimentazione.

Ippocrate è il simbolo stesso dell’arte medica. A quest’aura di leggenda, che sempre circondò la sua figura, si devono le innumerevoli e fantasiose tradizioni fiorite intorno alla sua esistenza e una della più curiose riguarda la sua morte, infatti la biografia più nota riferisce che…

…sulla sua tomba c’era sempre uno sciame d’api, il cui miele aveva virtù terapeutiche.

Dopo la morte ricevette, nella natia Kos, un culto eroico pubblico, con celebrazioni di sacrifici ogni anno, il giorno della sua morte.

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato