CARL SAGAN - "Science is a way of thinking"

Pubblicato il 14 Luglio 2018 - Lettura in 1 min.

Carl Sagan, astronomo, divulgatore scientifico, autore di fantascienza statunitense,  Professore di Astrofisica alla Cornell University di New York, consulente della NASA, è stato uno dei più famosi astronomi del XX secolo.

Tra i fondatori del Progetto SETI per la ricerca delle intelligenze extraterrestri nonché uno scienziato di prim’ordine e inarrestabile forza motrice della ricerca della vita su altri pianeti, riuniva in se la fervida immaginazione del giovane sognatore con uno scetticismo scientifico che gli consentiva di valutare lucidamente, senza essere sprezzante, sbrigativo o dogmatico, posizioni alternative alle sue.

Carl Sagan tenne una delle sue ultime interviste il 27 maggio 1996, perchè morì nel dicembre dello stesso anno. L’intervista prende il via dal libro di Carl Sagan del 1995 The Demon Haunted World – Science as a candle in the dark con queste parole, tra le più celebri mai pronunciate dallo scienziato:

“La scienza è qualcosa di più di un corpus di conoscenze. È un modo di pensare; un modo di interrogare scetticamente l’universo con una buona comprensione della fallibilità umana. Se non siamo in grado di porre domande scettiche, di interrogare coloro che ci dicono che qualcosa è vero, di essere scettici nei confronti di coloro che detengono l’autorità, allora diventiamo delle prede ideali per il primo ciarlatano (politico o religioso) che passa.”

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato