CARL CORI - "L'arte e la scienza possono crescere e svilupparsi al meglio in una società che ha a cuore la libertà e che mostra rispetto per i bisogni, la felicità e la dignità degli esseri umani"

Pubblicato il 6 Dicembre 2019 - Lettura in 2 min.

Carl Ferdinand Cori fu un biochimico ceco naturalizzato statunitense, premio Nobel per la medicina nel 1947, insieme alla moglie Gerty Theresa Cori e al fisiologo argentino Bernardo Houssay _“for their discovery of the course of the catalytic conversion of glycogen”. _

I coniugi Cori, inseparabili tanto nella vita quanto nell’amore per il loro lavoro, focalizzarono i loro studi sul metabolismo dei carboidrati, scoprendo alla fine il processo mediante il quale il glucosio viene metabolizzato nel corpo umano.

Nel 1929 descrissero il ciclo di Cori, il processo cellulare di base grazie al quale l’acido lattico prodotto nel muscolo durante uno sforzo, in seguito a glicolisi anaerobia, viene convertito in glicogeno nel fegato, e a sua volta trasformato in glucosio tramite la gluconeogenesi.

Nel 1936, riuscirono ad isolare il glucosio-1-fosfato, meglio conosciuto come estere di Cori. In seguito compresero che il glicogeno viene scisso in glucosio attraverso tre passaggi, uno dei quali portava alla formazione di questo estere.

Tra il 1938 ed il 1939 i coniugi focalizzarono le loro energie nello studio degli enzimi. Avevano intuito infatti che alcuni enzimi erano coinvolti nella conversione del glicogeno e per questo iniziarono ad approfondire la questione. Non trascorse molto tempo prima che Carl e Gerty scoprirono la fosforilasi, un importante enzima coinvolto nella trasformazione del glicogeno in glucosio-1-fosfato.

Questo fu solo l’inizio.

Ben presto scoprirono un enzima dopo l’altro, rivelando come avvenisse la conversione del glicogeno in glucosio e viceversa, ossia attraverso un processo multistadio che coinvolge una varietà di enzimi.

Il 24 ottobre del 1947 i coniugi Cori vinsero il Premio Nobel per la medicina.

I nostri sforzi sono stati in larga parte complementari, l’uno senza l’altra non sarebbe mai arrivato tanto lontano com’è successo lavorando insieme… Il fatto che il premio sia stato conferito anche a mia moglie è per me fonte di profonda soddisfazione.

Carl Cori nel corso dell’assegnazione del Premio Nobel.

La commissione che conferì loro il premio affermò che «la loro sintesi di glicogeno nel test tube è senza dubbio uno dei più brillanti raggiungimenti della biochimica moderna».

Nell’estate del 1957 Gerty, ormai malata, pubblicò una review sul deficit di sintesi del glicogeno nei bambini.

Fu il suo ultimo articolo scientifico.

Dopo la morte di sua moglie, Carl Cori dedicò i suoi sforzi alla ricerca sull’azione fisico-chimica degli enzimi coinvolti nella scomposizione del glicogeno nell’acido lattico.

Oltre al lavoro estremamente originale che i coniugi portarono avanti su molti campi, i Cori sono sempre stati una fonte di ispirazione l’un per l’altro e per i loro colleghi.

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato