È nata l'Associazione!Scopri di più →

Farma Quotes

Le citazioni dei più grandi scienziati di fama mondiale

MARGARET SANGER - "Il controllo delle nascite è il primo passo verso la libertà"

Margaret Sanger, infermiera e scrittrice statunitense, attivista instancabile dedicò tutta la sua vita a difendere e garantire i diritti umani. Il diritto di ogni donna di controllare la sua fertilità, il diritto dei genitori di essere liberi di decidere insieme il momento del concepimento e il diritto di ogni bambino di essere desiderato.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

CARL CORI - "L'arte e la scienza possono crescere e svilupparsi al meglio in una società che ha a cuore la libertà e che mostra rispetto per i bisogni, la felicità e la dignità degli esseri umani"

Carl Ferdinand Cori fu un biochimico ceco naturalizzato statunitense, premio Nobel per la medicina nel 1947, insieme alla moglie Gerty Theresa Cori e al fisiologo argentino Bernardo Houssay “for their discovery of the course of the catalytic conversion of glycogen”.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

RICHARD E. TAYLOR - "I quark e le stelle erano qui quando siete arrivati e saranno qui quando ve ne andrete."

Richard Edward Taylor, fisico canadese naturalizzato statunitense, vincitore, insieme a Jerome Isaac Friedman e Henry Way Kendall, del premio Nobel per la fisica nel 1990, per «le loro indagini pionieristiche di fondamentale importanza per lo sviluppo del modello dei quark e della fisica delle particelle».

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

PAUL HERMAN MULLER - "Dire che un uomo è composto da determinati elementi chimici è una descrizione soddisfacente solo per coloro che intendono usarlo come fertilizzante"

Paul Hermann Müller, chimico svizzero è stato insignito del Premio Nobel per la medicina nel 1948 "per la sua scoperta del DDT come veleno contro diversi artropodi".

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

PRIMO LEVI - “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario.”

Primo Michele Levi, scrittore, partigiano e chimico italiano nato a Torino il 31 luglio 1919, è l'autore di un classico della letteratura mondiale, Se questo è un uomo. Il 31 luglio di quest’anno Primo Levi avrebbe compiuto 100 anni.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

ANDREA CAMILLERI - "Chi ha sapere deve seminare come chi semina il grano. Il sapere non deve essere un'élite."

Andrea Calogero Camilleri, scrittore, sceneggiatore, regista, drammaturgo siciliano, è morto mercoledì 17 luglio scorso all’Ospedale di Santo Spirito a Roma, dove era stato ricoverato un mese prima in seguito ad un arresto cardiaco.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

KARY MULLIS - “L'ingegneria genetica non è una novità: il processo evolutivo è, ed è sempre stato, un manipolatore genetico”

Era un tranquillo venerdì sera del 1983 e il biochimico Kary Mullis guidava la sua piccola Honda argentata sulla Highway 128 per raggiungere la Contea di Mendocino per un weekend di riposo. Una strada che conosceva bene tanto da poterla guidare ad occhi chiusi. Era buio e i suoi pensieri iniziarono a vagare. Dopo un po', tutti i pezzi del puzzle in un istante si ricomposero quasi per magia. Filamenti di DNA si avvolgevano e volteggiano nel cielo stellato di quella magica notte.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

MURRAY GELL-MANN - "Se ho visto più lontano degli altri, è perché sono circondato da nani"

Murray Gell-Mann, fisico statunitense, Professore di fisica all'Università di Chicago e successivamente al California Institute of Technology, è stato insignito del premio Nobel per la fisica nel 1969 per “il suo contributo e le scoperte riguardanti la classificazione delle particelle elementari e le loro interazioni”.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

IGNAZ SEMMELWEIS - "Quando qualcuno scriverà la storia degli errori umani ne troverà pochi più gravi di quello commesso dalla scienza nei confronti di Semmelweis."

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

LOUIS PASTEUR - "La fortuna favorisce le menti preparate"

Louis Pasteur, chimico e biologo francese, è considerato il padre della microbiologia. Passò la vita dedicandosi alla sua più grande passione, la medicina. Ma tra tutte le sfide dell'epoca, ce n'era una che agli occhi di Pasteur dominava tutte le altre: lo studio della rabbia. Penetrare le tenebre che circondavano questo male misterioso, di cui si discuteva ancora l'origine, divenne lo scopo della sua vita.

Silvia Vernotico

·Lettura in 3 min

SEVERO OCHOA - "In linea di principio, la ricerca ha più bisogno di teste che di mezzi."

Il 1 novembre 1993 moriva a Madrid, Severo Ochoa de Albornoz, biochimico spagnolo naturalizzato statunitense insignito assieme allo statunitense Arthur Kornberg del Premio Nobel per la medicina nel 1959 per le ricerche effettuate nella sintesi dell'RNA.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

IRÈNE JOLIOT-CURIE - "Senza l'amore per la ricerca, la semplice conoscenza e intelligenza non possono fare uno scienziato"

Irène Joliot-Curie, chimica, attivista, politico francese è la primogenita di due dei più famosi scienziati al mondo: Marie e Pierre Curie.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

ROSALIND FRANKLIN - “La Scienza e la vita di tutti i giorni non possono e non devono essere separate”

Rosalind Franklin, chimica , biochimica e cristallografa britannica che ha dato contributi fondamentali per la comprensione della struttura molecolare di DNA, RNA, virus, carbone e grafite, é nata a Londra il 25 Luglio 1920.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

NIKOLA TESLA - “Le nostre virtù e i nostri insuccessi sono inseparabili, come la forza e la materia. Quando si separano, l'uomo non è più tale.”

Nikola Tesla nacque in quella notte tormentata del 10 Luglio, fu un fisico serbo naturalizzato statunitense Il cui nome è indissolubilmente legato alla corrente alternata. Oltre ad aver collezionato nella sua vita circa 300 brevetti, le invenzioni più di rilievo che gli furono riconosciute furono l’alternatore e la trasmissione delle onde radio. Cellulari, radio, antenne e satellitari, radar sono applicazioni tecnologiche rese possibili dalle sue scoperte.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

GEORGE ROSENKRANZ - "Lascio ad altri qualsiasi dibattito sul valore finale della pillola"

George Rosenkranz, chimico ungherese naturalizzato messicano dopo la fuga in Messico per scappare al nazismo, è considerato uno dei "padri della pillola anticoncezionale". Il 23 giugno scorso all’età di 102 anni, il celebre chimico si è spento nella sua casa di Atherton, in California.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

DMITRIJ MENDELEEV - Gli elementi, se disposti in base al loro peso atomico, mostrano una apparente periodicità di proprietà

Dmitrij Ivanovič Mendeleev, chimico e scienziato russo dai molteplici interessi culturali, è noto per la scoperta della periodicità delle proprietà degli elementi chimici, e la loro sistemazione nella famosa tavola periodica degli elementi che porta il suo nome.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

ALBERT EINSTEIN - "Chi dice che sia impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo"

Nato proprio nel giorno del Pi greco, il 14 marzo del 1879 a Ulma, nel sud della Germania, Albert Einstein è uno dei più celebri fisici della storia della scienza.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

UMBERTO VERONESI - "Credere nella Scienza significa credere nel Futuro"

Umberto Veronesi, nato a Milano il 28 novembre 1925, è stato un oncologo e politico italiano. Il nome di Umberto Veronesi è, prima di tutto, legato alla lotta contro il cancro. Convinto sostenitore della diagnosi precoce, attento alla psicologia del paziente, promotore della diffusione di stili di vita sani e alimentazione corretta, con un pensiero libero sempre declinato al futuro, Veronesi è stato direttore scientifico dell’Istituto tumori di Milano per quasi vent’anni, dal 1976 al 1994, fondatore e Presidente della Fondazione Umberto Veronesi, fondatore dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc), dell’Istituto europeo di Oncologia (Ieo) e di “Science for Peace”, summit mondiale di scienziati riuniti da Veronesi sotto l’ombrello della pace e Ministro della sanità nel Governo Amato II.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

ERNEST RUTHERFORD - "Nella scienza esiste solo la Fisica, tutto il resto è collezione di francobolli"

Ernest Rutherford, chimico e fisico neozelandese naturalizzato britannico è considerato il padre della fisica nucleare. Rutherford vinse il Premio Nobel per la chimica nel 1908 "per le sue ricerche sulla disintegrazione degli elementi e sulla chimica delle sostanze radioattive".

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

GERTY CORI - “Per un ricercatore i momenti indimenticabili della sua vita sono quelli rari che arrivano dopo anni di lavoro faticoso”

Gerty Cori, biochimica ceca naturalizzata statunitense, è stata la prima donna a vincere il Premio Nobel per la Medicina nel 1947, insieme al marito Carl Ferdinand Cori e al fisiologo argentino Bernardo Houssay, "for their discovery of the course of the catalytic conversion of glycogen".

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

GREGOR MENDEL - "Sono convinto che non passerà molto tempo prima che il mondo intero riconosca i risultati del mio lavoro."

Gregor Johann Mendel, biologo, matematico e frate agostiniano, precursore della genetica moderna, nacque il 20 luglio 1822 a Hynčice nell'attuale Repubblica ceca.

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

HEIKE KEMERLINGH ONNES - "Through measurement to knowledge"

Silvia Vernotico

·Lettura in 2 min

FRANCIS CRICK - “L'uomo pericoloso è quello che ha una sola idea, perché poi combatterà e morirà per quella”

Francis Crick, neuroscienziato, biofisico, biologo molecolare britannico, è stato insignito del premio Nobel per la Medicina nel 1962 per la scoperta della struttura del DNA conferitogli in condivisione con Watson e Wilkins "per le loro scoperte riguardanti la struttura molecolare degli acidi nucleici e il suo significato per il trasferimento di informazioni in materiale vivente".

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

MANFRED EIGEN - “Non è il campo della ricerca che conta, ma l’eccellenza dei singoli individui”

Manfred Eigen, chimico tedesco, Direttore dell'Istituto Max Planck di biochimica fisica, vincitore del Premio Nobel per la Chimica nel 1967 "per lo studio delle reazioni chimiche estremamente veloci disturbando gli equilibri con impulsi di energia di brevissima durata", ci ha lasciati il 6 febbraio del 2019 all'età di 91 anni. Eigen ha condiviso il Premio Nobel insieme con S. W. Warrisch e G. Porterper per il suo lavoro sulla misurazione della velocità delle reazioni ultraveloci.

Silvia Vernotico

·Lettura in 1 min

Vuoi rimanere aggiornato con tutte le novità e gli articoli di Farmaceutica Younger?

Iscriviti alla newlsetter!

Ci teniamo alla tua privacy! Leggi la Privacy Policy.