Le 10 Società di Dispositivi Medici per fatturato 2018

Pubblicato il 11 Dicembre 2018 - Lettura in 7 min.

Fonte: https://www.igeahub.com/2018/08/03/top-10-medical-devices-companies-2018/

1. Medtronic

$ 29,7 miliardi

Medtronic è la principale azienda di dispositivi medici al mondo nel 2018 con un fatturato annuo di quasi 30 miliardi di dollari raggiunto nel corso del 2017. L’aumento dei ricavi è anche dovuto in parte al consolidamento dell’acquisizione di Covidien, una società che offre un ampio portafoglio di forniture ospedaliere. Medtronic impiega in Italia circa 2400 dipendenti. La sede principale di Medtronic Italia è a Milano. Medtronic in Italia è presente anche con il sito produttivo di Medtronic Invatec di Roncadelle (Brescia), con la sede di Bellco a Mirandola (Mo) con un Centro di Ricerca Clinica internazionale a Roma e con la sede di NGC Medical a Novedrate (Como). Inoltre il Gruppo Medtronic comprende oggi le sedi in Italia, già di Covidien, di Mirandola (Modena) e Rolo (Reggio Emilia).

2. DePuy Synthes (Johnson & Johnson)

$ 26,6 miliardi

Con un fatturato di 26,6 miliardi di dollari, al secondo posto delle 10 Big nel campo dei dispositivi medici si posiziona la divisione di dispositivi medici della Johnson & Johnson (Johnson & Johnson Medical SpA), DePuy Synthes. L’azienda è leader mondiale nella fornitura di soluzioni per l’ortopedia e la traumatologia, nella cura della colonna vertebrale e nella medicina dello sport. Oggi, DePuy Synthes conta circa 18.000 dipendenti in 60 paesi. Johnson & Johnson Medical SpA ha le sue sedi in Italia a Pratica di Mare e Aprilia. Fanno parte della Johnson & Johnson Medical SpA le seguenti divisioni: DePuy Synthes, Ethicon, Johnson & Johnson Vision Care, Biosense Webster, Mentor, ASP.

3. Fresenius Medical Care

$ 20,9 miliardi

Fresenius Medical Care è la più grande azienda al mondo di dispositivi medici che si occupa specificamente di insufficienza renale cronica. L’azienda fornisce prodotti e servizi per la dialisi e contribuisce a migliorare la vita ad oltre 320.000 pazienti in tutto il mondo. Con un fatturato totale di 20,9 miliardi di dollari, la società è leader nel mercato globale della dialisi, posizionandosi al terzo posto per fatturato. Alla fine del 2017, Fresenius Medical Care ha mostrato una forte crescita dei ricavi del 9%. La società ha inoltre registrato una crescita sana in tutti i suoi settori: servizi di dialisi (+5%), prodotti sanitari (+7%) e coordinamento dell’assistenza (+36%) e nei mercati globali quali Nord America (+9%), EMEA (+6%), America Latina (+15%) e Asia-Pacifico (+13%). La crescita dei ricavi di Fresenius è dovuta alle elevate vendite di dializzatori, macchine e prodotti per dialisi peritoneale e in parte all’acquisizione di Cura Day Hospitals, il principale fornitore australiano di strutture per day hospital, conclusasi nell’aprile 2017.

4. Philips Healthcare

$ 20,9 miliardi

Al 4° posto delle 10 più grandi compagnie di dispositivi medici in termini di fatturato troviamo Philips Healthcare che ha registrato una crescita modesta ma costante del 2% nel 2017. La società di tecnologia medica è una filiale della multinazionale Philips. Philips Healthcare ha una presenza crescente in cardiologia, oncologia, salute delle donne, e si concentra sui problemi come ad esempio insufficienza cardiaca, del polmone e della mammella e malattia coronarica. Nel 2017, Philips Healthcare ha adottato misure strategiche per rafforzare la sua posizione e portare avanti una serie di acquisizioni, tra cui Spectranetics Corporation, società statunitense leader globale nelle soluzioni per interventi vascolari e gestione degli elettrodi.

5. GE Healthcare

$ 19,1 miliardi

Al 5° posto GE Healthcare, i cui ricavi sono cresciute da $ 18,3 miliardi nel 2016 a $ 19,1 miliardi nel 2017. GE Healthcare è leader nella fornitura di soluzioni per la cura della salute in Italia: dai più avanzati sistemi di diagnostica per immagini e di gestione dei dati paziente, ai sistemi per la ricerca e produzione farmacologica, allo sviluppo di farmaci e radio-farmaci diagnostici. La società produttrice di dispositivi medici è una consociata di General Electric, che nel suo complesso non ha registrato buoni risultati nel 2017, tuttavia la divisione Healthcare è stata uno dei pochi segmenti ad alto rendimento dell’azienda. GE Healthcare è operativa a livello nazionale con oltre 600 dipendenti che fanno capo alla sede centrale di Milano. La crescita è stata attribuita ai mercati emergenti come il Sud Est Asiatico e l’America Latina e un aumento delle vendite di sistemi sanitari e prodotti di imaging, in particolare mammografia e CT (tomografia computerizzata). GE Healthcare si prepara ad investire pesantemente in piattaforme e soluzioni mediche per l’intelligenza artificiale.

6. Siemens Healthineers

$ 16,2 miliardi

Alla fine del 2017, Siemens Healthineers, ramo medico del colosso tedesco Siemens, ha registrato un fatturato di 14,2 miliardi di euro, conquistando la sesta posizione. L’azienda sviluppa dispositivi medici e soluzioni software per un’ampia gamma di aree terapeutiche, con particolare attenzione all’immagine medica e alla diagnostica. Vi è stata una crescita moderata delle entrate del 2% rispetto ai dati di fine 2016, tuttavia, l’azienda ha registrato una crescita significativa in Europa, Africa e Medio Oriente. Gli aumenti delle entrate sono principalmente attribuiti a una crescita delle vendite del business dell’imaging diagnostico. L’azienda vanta oltre 170 anni di esperienza nel campo medicale e 18.000 brevetti a livello globale. E’ presente con oltre 48.000 mila colleghi dedicati in 70 paesi di tutto il mondo.

7. Cardinal Health

$ 13,5 miliardi

Cardinal Health, con sede a Dublino, Ohio, è un’azienda globale di servizi e prodotti sanitari integrati che fornisce soluzioni personalizzate per ospedali, sistemi sanitari, farmacie, centri di chirurgia ambulatoriale, laboratori clinici e studi medici in tutto il mondo. Cardinal Health ha due importanti segmenti di business: Farmaceutico, che distribuisce prodotti farmaceutici di marca e generici, specialità farmaceutiche e da banco e prodotti di consumo, e Medical Segments, che distribuisce prodotti medici, chirurgici e di laboratorio firmati Cardinal Health. Quest’ultimo ha registrato un impressionante aumento delle entrate del 9% nel 2017, raggiungendo un totale di $ 13,5 miliardi nel 2017. I punti salienti dell’azienda 2017 includono l’acquisizione di Medronic’s Patient Care, Trombosi venosa profonda e Insufficienza nutrizionale a luglio. L’azienda conta 50.000 dipendenti in 46 paesi di tutto il mondo.

8. Stryker

$ 12,4 miliardi

Stryker è una società che opera nel settore della tecnologia medicale e sviluppa attrezzature chirurgiche, macchinari medici, dispositivi neurochirurgici e spinali. Stryker, con sede negli Stati Uniti, conta oltre 33.000 dipendenti a livello globale. La società ha registrato una crescita complessiva del fatturato del 9,9% nel 2017, oltre a una forte crescita in tutti e tre i suoi settori di attività: Ortopedia (6,6%) MedSurg (13,6%) e Neurotechnology & Spine (8,2%). Le vendite della società nel 2018 dovrebbero aumentare, secondo le stime del 6,5%.

9. Becton Dickinson

$ 12,1 miliardi

Becton Dickinson, azienda multinazionale focalizzata nel settore tecnologico medicale, sviluppa dispositivi medici, strumenti di laboratorio e prodotti diagnostici che forniscono a ospedali, laboratori e cliniche a livello mondiale attraverso i suoi tre segmenti: BD Medical, BD Diagnostic e BD Biosciences. Quest’anno l’azienda scende di due posti nella classifica delle 10 migliori compagnie di dispositivi medicali in quanto ha registrato un calo delle entrate del 3,1% rispetto ai dati del 2016. La compagnia attribuisce il calo delle vendite alla cessione del segmento Respiratory Solutions avvenuto alla fine del 2016. Tuttavia, le proiezioni per il 2018 mostrerebbero un aumento del 5-6% rafforzato dalla recente acquisizione di CR Bard, un farmaco innovativo società tecnologica.

10. Baxter

$ 10,6 miliardi

Con sede in Illinois, la società americana vanta un ampio portafoglio di prodotti nel settore medicale e nel campo delle terapie renali con un focus sulle tecnologie innovative e terapie per la dialisi peritoneale, per l’emodialisi, per la terapia renale sostitutiva continua (CRRT) e per quella extra corporea multi organo. All’inizio del 2018, Baxter ha registrato un solido aumento del 4% nelle vendite mondiali rispetto all’anno precedente. Ad oggi la multinazionale statunitense conta 50.000 dipendenti in oltre 100 paesi. In Italia Baxter è presente da più di 40 anni sul territorio italiano con le sedi di Sesto Fiorentino, Medolla (MO), Sondalo e Grosotto (SO).

Fonte: https://www.igeahub.com/2018/08/03/top-10-medical-devices-companies-2018/

Ti è piaciuto il post?

Iscrivi alla newsletter per rimanere aggiornato